Parma-Avellino: i nostri avversari nel miglior momento stagionale

La 12a giornata di Serie B 2017-2018 porterà l’Avellino di Walter Novellino in trasferta sul campo del Parma di D’Aversa. Questa la nostra analisi degli avversari dei lupi in posticipo domenica al Tardini.

Il Parma sta attraversando il miglior momento della stagione. Sono due infatti le vittorie consecutive della squadra emiliana. Il netto 3 a 0 in casa del Foggia ha dato seguito alla vittoria casalinga con l’Entella per 3 a 1. In un campionato particolare come la Serie B, due vittorie consecutive fanno tanta differenza. Infatti i gialloblù sono balzati in quinta posizione, in piena zona playoff. La squadra non aveva cominciato bene questo torneo. Dopo la vittoria all’esordio infatti, in casa del Novara, erano arrivate tre sconfitte di fila che già mettevano in dubbio l’operato del tecnico D’Aversa.

La vittoria a Venezia era utile a restituire linfa ma non a dare continuità ai risultati. Dopo i tre punti contro la squadra di Inzaghi, altre tre partite senza vittorie, ma solo due punti frutto di due pareggi con la Salernitana (subendo due gol in rimonta) e a Palermo. Un rendimento altalenante quindi, ma ora D’Aversa sembra aver trovato la quadratura del cerchio e le due vittorie di fila delle ultime due settimane dimostrano la qualità della rosa a disposizione del tecnico ex Lanciano.

Una nota la merita sicuramente Alessandro Lucarelli. Il capitano di mille battaglie, quello che dalla Serie A è retrocesso con i suoi colori di tre categorie dopo il fallimento. A quota 308 partite, quasi record con Ermes Polli a 310 (tra il 1958 e il 1969), può diventare il più presente nella storia del Parma. Ma quello che impressiona di più è il numero di gol di Lucarelli. Sono infatti già tre le reti del numero 6 gialloblù, capocannoniere dei suoi. Lui, come Di Cesare a 2 gol in stagione, hanno tirato avanti la squadra che stentava sotto porta con gli attaccanti. Ma nelle ultime due giornate si sono sbloccati Calaiò e Insigne, segnando per due giornate consecutive un gol a testa. In attesa che Ceravolo torni disponibile, D’Aversa aspettava con una certa ansia che i suoi attaccanti si sbloccassero.

Il modulo del Parma è il 4-3-3. Quello che varia sono gli interpreti. Soprattutto a centrocampo e sugli esterni d’attacco le scelte sono tante. In mezzo Munari, Dezi, Scozzarella, Scavone: sono loro a giocarsi 3 maglie da titolare. Al fianco di Calaiò invece, spazio ai dubbi tra Baraye, Siligardi, Di Gaudio e Insigne. 

Pubblicato da Gianluca Spiniello

Appassionato di sport, di calcio in particolare, scrivo per piacere prima che per lavoro, Tifoso di U.S. Avellino e Scandone, cerco di condividere questa passione attraverso le mie parole.

Avellino-Cantù, Sacripanti: “Avversario di alto livello offensivo”

Probabili Formazioni Parma-Avellino (Serie B 2017-18)