Avellino-Parma: ducali con la seconda migliore difesa del campionato

La retroguardia parmense ha incassato 30 reti, solo il Palermo meno

Sarà il Parma il prossimo avversario dell’Avellino in campionato. I ducali, costruiti per andare dritti in Serie A, stanno in parte deludendo le attese (sono all’ottavo posto, l’ultimo utile per i play-off) ma restano in ogni caso una squadra insidiosa, che tra le altre cose, è la seconda migliore del campionato insieme al Venezia: 30 reti incassate, solo il Palermo ne ha meno (27).

Nell’ultima partita il Parma ha vinto contro il Foggia per 3-1, ma il risultato non deve ingannare: la squadra di D’Aversa ha giocato quasi tutta la partita in superiorità numerica, e ha recuperato e rimontato il risultato solo alla fine, con le reti di Calaiò, Siligardi e Ceravolo. Proprio l’attaccante classe è il capocannoniere della squadra con 8 gol. Seguono R.Insigne a 5 e Gagliolo a 4: tre reti a testa invece per capitan Lucarelli e l’altra punta Ceravolo.

PARMA, TANTE SOLUZIONI PER D’AVERSA 

Tante quindi, le soluzioni in avanti per mister D’Aversa, che contro il Foggia ha giocato con il trio composto da Di Gaudio, Siligardi e Ceravolo, mentre Calaiò è entrato solamente nel secondo tempo. Per quanto riguarda gli altri reparti, davanti all’ex Frattali, giocano solitamente Lucarelli e Iacoponi al centro, con Gazzola e Gagliolo esterni, in quella che una retroguardia molto esperta.

Anche a centrocampi troviamo molta abbondanza, con Dezi, Scavone e Munari molto presenti, ma anche Barillà e Vacca stanno trovando spazio. In avanti, oltre ai citati Insigne, Di Gaudio, Siligardi, Ceravolo e Calaiò, c’è anche il giovane Da Cruz, che però ora è impegnato con la sua nazionale, e l’altro esterno Baraye (23 presenze per lui in stagione).

Infine per quanto riguarda il rendimento esterno del Parma, nel girone di ritorno si sono registrate già quattro sconfitte (a Cremona, Brescia, Empoli e Chiavari), mentre due sono state le vittorie (a Salerno e Pescara). Per l’Avellino dunque, si prospetta una sfida difficile ma non impossibile.

Pubblicato da Pietro Freda

Nato negli anni mitici della Serie A..sono da sempre grande tifoso dei lupi, che seguo dal 1995, anno del mio esordio al Partenio in un Avellino-Verona 0-1. Concilio questa passione con la scrittura sul web.

Avellino-Parma, Precedenti e Statistiche (Serie B 2017-18)

Serie B, 33esima giornata: Frosinone-Venezia big match