Penalizzazione Avellino, chiesti 7 Punti

Sette punti di penalizzazione per l‘Avellino. Questa la richiesta dell’accusa nel processo calcioscommesse che si sta svolgendo a Roma. Per la società biancoverde anche 140.000 euro di ammenda. Per Walter Taccone l’accusa ha invece chiesto 9 mesi di inibizione e 45 mila euro di ammenda.

Queste le dichiarazioni di Enzo Massaro, avvocato di Taccone:  “Millesi non viene allontanato dalla squadra perché Taccone sapeva della combine, ma perché a fine contratto lascia l’Avellino a giugno. Conoscendo Taccone, se lo avesse saputo lo avrebbe denunciato. Va prosciolto perché Luca Pini ha detto solo una serie di falsità e non ha alcun credito. Inoltre l’Avellino perse con il Modena e quindi chiedo che la pena venga ridotta al minimo”.

L’avvocato dell’Avellino, Eduardo Chiacchio, ha giudicato la richiesta inammisibile. Ricordiamo che in precedenza l’accusa ha chiesto 6 anni per Millesi ed Izzo, tre anni per Maurizio Peccarisi, accusato solo per Modena-Avellino, e sei mesi di squalifica per Arini, Biancolino e Castaldo, accusati di omessa denuncia.  A breve seguiranno aggiornamenti.

Pubblicato da Pietro Freda

Nato negli anni mitici della Serie A..sono da sempre grande tifoso dei lupi, che seguo dal 1995, anno del mio esordio al Partenio in un Avellino-Verona 0-1. Concilio questa passione con la scrittura sul web.

Cosa ne pensi?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Processo Calcioscommesse Avellino, per Izzo e Millesi chiesti 6 anni

Calcio scommesse: per Arini, Biancolino e Castaldo chiesti 6 mesi e 30.000 euro