Avellino Serie A: Firenze, il campo stregato per i lupi

Il gol di Ramon Diaz nella sfida del 1986-87

Lo stadio “Artemio Franchi” di Firenze, è stato per l’Avellino un campo davvero stregato ai tempi della Serie A. In dieci precedenti, infatti, i lupi non hanno mai ottenuto nemmeno un pareggio in terra toscana, e anche ad Avellino la Fiorentina è passata più volte. Vediamo quindi tutti i precedenti.

Il primo confronto in assoluto si gioca il 26-11-1978: 1-1 con reti di Reali per l’Avellino e Pagliari per la Fiorentina. Il primo precedente a Firenze è del 1-4-1979, alla 24esima giornata. I viola si impongono di misura con una rete di Sella nel primo tempo. L’Avellino si salverà solo all’ultima giornata, la Fiorentina chiuderà settima.

Nella stagione successiva, 1979-80, sconfitta ancora più netta per l’Avellino: 3-0 alla 13esima giornata, con reti di Antognoni (doppietta) e Guerrini. I viola bissarono poi il successo anche al Partenio, alla terz’ultima giornata. Doppio successo viola anche la stagione successiva, 1980-81. La Fiorentina si impone per 3-2 alla seconda giornata ad Avellino, il 21-9-1980, e vince anche al Franchi al ritorno, seppure con un po’ di sofferenza: 2-1 con reti di Antognoni e Bertoni, inframezzate dal pareggio illusorio di capitan Di Somma.

L’illusorio pareggio di Di Somma nella sfida del 15-2-1981

Nel 1981-82, anno in cui la Fiorentina lotta fino all’ultima giornata per lo scudetto contro la Juventus, c’è ancora una doppia sconfitta. Nell’andata al Franchi, l’11 ottobre 1981, i viola si impongono con una rete di Ciccio Graziani. Nel ritorno giocato il 28 febbraio 1982 al Partenio successo per 2-1, con le reti di Bertoni e Massaro; inutile per l’Avellino la rete di Facchini.

Nel 1982-83 arriva finalmente il primo successo contro la Fiorentina al Partenio: 2-0 con reti di Cascione e Vignola, nella prima di Veneranda sulla panchina biancoverde. Al ritorno però, non c’è scampo per i lupi, battuti seccamente per 3-0 (reti di Bellini, Antognoni e Bertoni). Nel 1983-84 successo di misura per la Fiorentina al Franchi (1-0 con rete di D.R. Bertoni), mentre ad Avellino, all’ultima giornata, finisce a reti bianche.

Nel 1984-85 ancora un successo di misura per i viola a Firenze, reti di Pecci. Il ritorno ad Avellino finisce per il secondo anno consecutivo a reti bianche. Terzo 1-0 consecutivo per la Fiorentina nella stagione seguente (stavolta con rete di Passarella), mentre ad Avellino i lupi riescono ad imporsi per 3-1 (Diaz, Carobbi, Benedetti, Alessio), ipotecando così l’ottava salvezza in A, che arriverà la settima successiva a Bari.

il gol di Pecci che decide la sfida del 21-10-84

Nel 1986-87, Avellino-Fiorentina si gioca alla prima giornata: al Partenio due bombe su punizione del compianto Dirceu rendono inutile la rete viola dell’ex Ramon Diaz. Al ritorno a Firenze, è come al solito sconfitta: 2-0 con reti di Diaz e Battistini. Nell’ultimo anno di Serie A, nell’andata a Firenze successo viola per 2-1 (autorete di Amodio, Pellegrini e Schachner) mentre ad Avellino è 1-1 (ancora Pellegrini e Schachner).

Le squadre si sono poi incontrate di nuovo nella stagione 2003-04, in Serie B. Anche questa volta però, per i lupi sono solo amarezze: la Fiorentina si impone per 3-1 al Franchi (rete di Tisci ribaltata ribaltata da Andreotti, Graffiedi e Maggio), e 1-0 al Partenio con rete di Camorani. Al termine di quella stagione la Fiorentina salirà in A e l’Avellino di Zeman e Casillo tornerà in Serie C dopo una sola stagione.

Thomas Scrubb è della Sidigas Avellino, Ufficiale

Calciomercato Serie B, Notizie e Trattative del 15 luglio 2017