Qualche parola in meno e molti punti in più

Qualche parola in meno farebbe bene. Molto bene. È vero che a volte bisogna “metterci la faccia” con i tifosi per non scappare davanti alle sconfitte. Quindi va bene presentarsi in sala stampa. Ma in momenti di crisi le parole vanno soppesate, misurate con la stessa attenzione di un chirurgo che maneggia un bisturi. I pensieri in libertà finiscono infatti per avvelenare l’ambiente, facendo crescere i sospetti in un clima appestato da tensioni e nervosismi.

Le dichiarazioni di D’Angelo nel dopo-gara al ‘Tardini‘ non sono state le più azzeccate. Per nulla. Con una squadra in disarmo, incapace di esprimere una sola idea che sia una, il capitano dell’Avellino ha sproloquiato sulla necessità di “buttare la palla in tribuna” e fare punti anche “giocando male”, come se i biancoverdi stessero offrendo spettacoli con le bollicine e non prestazioni al di sotto della mediocrità.

Per di più si è lanciato in in territorio di competenza dell’allenatore, quel Walter Alfredo Novellino che è novellino solo di cognome. Perché di esperienza ne ha, eccome, per sapere come uscire da certe situazioni. Lo stesso D’Angelo dovrebbe avere la maturità, anzi la “cazzimma” che pure invoca per gli altri, di capire che certe affermazioni non vanno fatte.

Pure se lui proprio sta scoppiando dentro, in preda a una rabbia positiva, non bisogna concedere margini di polemica. Il motivo è semplice: quando si attraversano momenti difficili, le polemiche non mancano. Anzi abbondano con la conseguenza di frantumare un ambiente già a brandelli dopo la figuraccia rimediata contro la Salernitana.

Novellino conferenza stampa 2017-18

Voglio concedere il beneficio del dubbio sul fatto che D’Angelo non abbia voluto sfiduciare l’allenatore, ma solo esprimere una rabbia d’istinto. Ma resta un’altra annotazione: è difficile contraddire chi oggi interpreta nelle parole del capitano l’apertura una voragine aperta tra tecnico e calciatori.

Il guaio è che a pagare il conto è l’andamento in campionato, con rischi connessi. Perché, è bene scriverselo in testa, questo Avellino non può permettersi cambi in panchina. Perciò meglio qualche parola in meno e molti punti in più.

Highlights Parma-Avellino 2-0: Video Gol e Sintesi

Avellino, svolto incontro tra Novellino e dirigenza