Reggio Emilia-Avellino, Sacripanti: Gara dal sapore particolare

Stefano Sacripanti, coach della Sidigas Avellino, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro Reggio Emilia, domani sera alle ore 20:45, valevole per la 16a e prima giornata del girone di ritorno della Lega Basket Serie A 2017-18.

Queste sono state le sue parole: “Ho avuto poco tempo di preparare questa partita. Inizia il girone ritorno. Andiamo su un campo molto importante e molto famigliare per noi storicamente. Partita molto aperta a qualsiasi risultato. Le due squadre hanno fatto grossi passi in avanti nel gioco. Oggi abbiamo fatto un allenamento diverso dal solito. Abbiamo migliorato in certe cose tecnico tattico. Speriamo di fare una grande partita sopratutto da punto di vista del gioco.

Queste sono gare che ti danno più motivazione. Credo che la gara contro Reggio Emilia abbia dei sapori particolari e da molti stimoli ad entrambe le squadre. Siamo consapevoli, non solo di essere primi, ma di avere anche qualche difficoltà. Adesso non penso molto alla gara contro Cremona. Quando si affronta la Coppa Italia non esagero a dire che le altre squadre sono favorite.

Continuo a ripetere che il campionato di quest’anno è equilibrato. Entrambe le squadre giocano una pallacanestro molto eccellente. E’ un livello qualitativo molto alto, ma loro anche anche una squadra molto forte, con individualità straordinarie. Al dì la si esser entrato in Coppa Italia, credo che tutte le nostre avversarie siano delle grandi avversarie, come trento, Sassari e anche Reggio Emilia.

Io sono soddisfatto della qualità del gioco e del lavoro che stiano svolgendo. Ci sono squadre che meritano di entrare nelle prime otto. Le squadre che stano facendo bene perchè giocano di squadra e fanno molta attenzione. Ieri alla squadra ho detto che alcune volte zoppichiamo un pochino nelle prestazioni. Zerini ha avuto una botta al piede, perciò non l’ho convocato. Aspettiamo il resoconto delle sue condizioni. In settimana, contro lo Zielona Gora, non mi è piaciuto l’approccio perchè eravamo molto superficiali“.

Pubblicato da Alfonso Parisi

Nato nel giugno del 1990 a Bisaccia residente a Mercogliano, sin da bambino grande tifoso dell'Avellino e appassionato di calcio.

Cosa ne pensi?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Cessioni Avellino, su Moretti e Ardemagni club di B

Brescia-Avellino, Probabili Formazioni: Ardemagni a rischio forfait