Serie B, lotta salvezza: Avellino al sicuro solo con la vittoria

Contro la Ternana i lupi dovranno vincere per non guardare gli altri campi

Mancano ormai solamente 90 minuti alla fine del campionato, così come per la lotta salvezza, che vede coinvolto l’Avellino con molte altre squadre. La vittoria di ieri contro lo Spezia è stata fondamentale, ma ancora non basta all’Avellino per essere al sicuro. Contro la Ternana, che è retrocessa oggi, i lupi venerdì sera dovranno obbligatoriamente vincere per non guardare gli altri campi. Cerchiamo quindi di capire la situazione, premettendo che, nel peggiore dei casi, l’Avellino andrebbe al play-out, non potendo essere raggiunto dall’Entella terz’ultimo.

Se l’Avellino vincesse, andrebbe a quota 48, e a causa dello scontro diretto tra  Ascoli e Brescia (rispettivamente a 45 e 47 punti) si metterebbe inevitabilmente dietro una di queste due squadre, oltre a Novara, Entella e le due già retrocesse Pro Vercelli e Ternana. Questa è l’ipotesi più semplice, per cui non bisognerà fare alcun calcolo.

Discorso invece, se l‘Avellino dovesse pareggiare. In quel caso i lupi potrebbero essere superati dall’Ascoli, se dovesse battere il Brescia, e anche dal Novara, se dovesse battere la quasi spacciata Entella. La classifica reciterebbe infatti: Ascoli 48, Novara 47 e Avellino 46, con le ultime due che andrebbero quindi a disputare il play-out. Se invece l’Avellino e Novara pareggiassero, e l’Ascoli vincesse, ci sarebbe Ascoli a 48, Avellino a 46 e Novara 45, con la sola differenza quindi, della posizione tra campani e piemontesi in ottica spareggio.

Viceversa con una vittoria del Novara e un pareggio di Avellino e Ascoli, la classifica reciterebbe:  Novara 47, Avellino 46, Ascoli 46, con queste ultime due che andrebbero allo spareggio. Quindi, ricapitolando, se l’Avellino pareggiasse, dovrà sperare che né Ascoli né Novara vincano, altrimenti sarà inevitabilmente play-out.

Se infine l’Avellino perdesse, allora ci sarebbero due possibilità di evitare i play-out. La prima sarebbe una contemporanea sconfitta di Ascoli e Novara, poiché i biancoverdi sarebbero avanti all’Ascoli per la differenza reti. Potrebbe però bastare anche una sconfitta dell’Ascoli e un pareggio del Novara, perché in questo caso le tre squadre finirebbero a 45 punti, ma per la classifica avulsa degli scontri diretti l’Avellino sarebbe avanti alle altre due e quindi salvo.

Pubblicato da Pietro Freda

Nato negli anni mitici della Serie A..sono da sempre grande tifoso dei lupi, che seguo dal 1995, anno del mio esordio al Partenio in un Avellino-Verona 0-1. Concilio questa passione con la scrittura sul web.

Serie B, risultati 41a giornata: Pro Vercelli e Ternana retrocesse in Serie C

Sidigas Avellino-Dolomiti Energia Trentino: inizia la battaglia