Sidigas Avellino-Aris: vincere per non morire

In caso di sconfitta i lupi subirebbero l’onta dell’eliminazione dalla Champions League

Alle 20 e 30 al PaladelMauro la Sidigas Scandone Avellino si troverà ad affrontare quella che per ora è la partita più importante della sua stagione, quella contro l’Aris di Salonicco, vincere vorrebbe dire restare con la speranza di qualificazione ancora viva, mentre perdere significherebbe dire addio ai sogni di Champions. Perdere significherebbe fallire il primo obiettivo.

L’Aris è squadra tosta e complicata da affrontare, formazione fisica e di buona qualità, brava sia in transizione e sia al tiro, ma a prescindere dal valore dei propri avversari questa è una partita che in termini fumettistici va giocata alla Wolverine , cioè con una furiosa ed intelligente grinta.

In questa partita il PaladelMauro deve essere per i cestisti dell’Aris come l’Inferno dei dieci mondi del buddismo, che i tifosi dunque spingano la squadra alla vittoria, che i tifosi irpini siano conci dell’importanza che ha questo match.

La vittoria sarebbe la torcia della speranza, la sconfitta invece l’infame grandine che malignamente spegne tale torcia. Vincere per sperare, vincere per non morire. Vincere per qualificarsi almeno nella Fiba Europe Cup.

Pubblicato da Raffaele Ciriello

Nato il 2 maggio 1987 ha conosciuto questo sito giornalistico grazie ad un suo carissimo amico (anche lui collaboratore del sito).

Ama definirsi: "Destista"

Cosa ne pensi?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Serie B, probabili formazioni 24a giornata

Calciomercato Serie B, Notizie e Trattative del 31 gennaio 2018