Sidigas Avellino-EA7 Milano 75-82, pagelle: Fesenko non può vincere da solo

La Scandone perde con un’Olimpia si più lunga, ma anche favorita da alcune decisioni arbitrali

Una buona Sidigas Scandone Avellino non riesce a sfatare il tabù delle 17:00 e viene sconfitta a domicilio col punteggio di 82 a 75 dall’EA7 Armani Olimpia Milano, la quale è stata palesemente favorita dall’arbitraggio per tre-quarti di partita. Nel dire ciò ci riferiamo specialmente ai mezzi contatti, i quali a favore dell’EA7 sono stati fischiati praticamente sempre, mentre al contrario a favore della Sidigas praticamente mai.

Nel quarto-quarto gli ospiti grazie alla maggior profondità del loro roster sono riusciti ad allungare e a fare loro la partita, resta però (a nostro avviso) che talune decisioni arbitrali li hanno aiutati a restare a contatto per i primi tre-quarti, poi forse nel quarto-quarto avrebbero recuperato e vinto lo stesso o forse no, a questo dubbio però non possiamo trovare soluzione.

Ecco le pagelle ai cestisti della Scandone.

Ariel Filloy 6-: Autore di una buona prova difensiva, in attacco però ha le polveri bagnate non riuscendo per tanto a fare la differenza. Abbastanza bene invece a gestire il gioco, al di là di qualche errore banale.

Lorenzo D’Ercole 6.5:Gioca una buonissima partita difensiva.

Jason Rich 5-: Dimostra l’ennesima volta di essere un grande giocatore, noi però dobbiamo giudicare la qualità della sua prestazione e non la qualità della sua bravura.

Maarten Leunen 7-: Cammina ma lo fa divinamente. Regala attimi di pura classe con assist deliziosi. Non è da lui però non riuscire a realizzare neppure una tripla.

Kyrilo Fesenko 8: Letteralmente immarcabile, la sua grande prestazione non è però purtroppo servita a condurre la squadra alla vittoria.

Bruno Fitipaldo 6-: Per la prima volta in stagione lo abbiamo abbastanza apprezzato da un punto di vista difensivo, avrebbe dovuto però prendersi maggiori responsabilità.

Dezmine Wells 7: Si accende nella ripresa, proprio quando i compagni vanno pian piano spegnendosi, ma quando lo fa mostra davvero ottime cose.

Thomas Scrubb 7+: Silente ma efficace.

Andrea Zerini 1: Gioca una partita nulla, prende 1 solo per la scusante di aver dovuto giocare in un ruolo non propriamente suo.

Pro Vercelli-Avellino 0-0: dichiarazioni di Ngawa e De Risio

Campionato di Serie A, i risultati prima degli scontri diretti in zona Champions