Sidigas Avellino-Red October Cantù 92-86, Sacripanti: “Sono soddisfatto”

Stefano Sacripanti, coach della Sidigas Avellino, ha parlato in conferenza stampa dopo che la sua squadra ha battuto la Red October Cantù per 92-86, ritornando al successo dopo due sconfitte consecutive in trasferta (a Brindisi per 94-74 e a Venezia per 78-75), nel match valevole per la 26° giornata della Lega Basket Serie A.

Il coach irpino ha dichiarato: “Sono soddisfatto della vittoria di questa sera. Venivano da due buone gare contro Brindisi e Venezia che però abbiamo perso. Ci siamo allenati molto bene questa settimana per conquistare questi due punti

Sulla prestazione della squadra, commenta: “Non è stato facile giocare senza di lui. Leunen ci ha dato una grande mano e Ragland ha fatto una gara strepitosa questa sera. Oggi abbiamo messo in campo le nostre abilità, cosa che non siamo riusciti a fare nelle ultime due trasferte. Spero che questa vittoria possa dare morale alla squadra verso il finale di stagione“.

Sull’assenza del cestista ucraino Fesenko a causa di un infortunio, ha aggiunto: “Non è stato facile giocare senza di lui oggi. Durante la settimana, io e il nostro staff, valuteremo le sue condizioni“.

Poi, sul mercato, dichiara: “David Andersen potrebbe essere un nostro possibile rinforzo. Abbiamo provato anche a prenderlo nel passato ma poi non è stato possibile. In questa fase della stagione non è facile integrare un lungo, ma però noi guardiamo anche a questo. Il mio obiettivo è quello di prendere un giocatore che ci possa dare una grossa mano“.

Elogiando il pubblico presente al PaladelMauro per sostenere la squadra, conclude: “Devo ringraziarli perchè oggi ci hanno fatto molti applausi. Avellino ormai mi è entrata nel cuore“.

Sidigas Avellino-Red October Cantù 92-86 Risultato finale (LBA 2016-17)

Sidigas Avellino-Mia Cantù 92-86, pagelle: Ragland fa risorgere la Scandone