Sidigas Avellino-Umana Venezia, sfida per il secondo posto

Il giorno della grande sfida si avvicina sempre di più, difatti manca sempre di meno alla sfida di sabato alla 20 e 45 che la Sidigas Scandone Avellino dovrà affrontare al PaladelMauro contro l’Umana Reyer Venezia.

Questa contro i veneti non sarà una sfida come tutte le altre perché la Reyer potrà contare nelle proprie fila di un uomo che ad Avellino può benissimo essere chiamato leggenda, ci riferiamo ovviamente a Marques Green, a tal proposito siamo certi che tutti i tifosi della Scandone per bene gli dedicheranno un grandissimo applauso, mentre gli altri probabilmente lo fischieranno, ma come scrisse qualche giorno fa su Twitter l’attaccante della Juventus Gonzalo Higuain: “Gli haters non meritano nessun rispetto”.

Ad aver fatto il percorso inverso di Green invece c’è colui che ha fatto vincere lo scudetto alla Reyer cioè Ariel Filloy il quale oggi veste con orgoglio la canotta della Scandone. Altri ex sono Paul Biliga ora in canotta orogranata ed almeno sino al 27 dicembre Benjamin Ortner ora in canotta biancoverde.

Al di là di questo discorso emozionale questa è una partita che va vinta, bisogna farlo perché un successo porterebbe la Sidigas al secondo posto alle spalle della capolista Germani Basket Brescia.

L’Umana è una squadra davvero temibile, dato che non solo è forte ma è anche solida e con l’arrivo di Green siamo sicuri che migliorerà anche il suo gioco, dato che fino ad ora si è basata più sulla qualità dei singoli che su un gioco corale. Il nostro desiderio e che la Scandone vinca tra gli applausi a Green.

Pubblicato da Raffaele Ciriello

Nato il 2 maggio 1987 ha conosciuto questo sito giornalistico grazie ad un suo carissimo amico (anche lui collaboratore del sito).

Ama definirsi: "Destista"

Avellino Serie A: il primo successo contro la Juventus

Avellino-Carpi, Novellino: “Sbagliato delle partite, ci possiamo rialzare”