Spezia-Avellino 2-1, Jidayi: “Oggi una giornata storta”

Nel post-gara di Spezia-Avellino ai microfoni William Jidayi analizza così la sconfitta odierna al Picco: “La squadra ha avuto una grossa reazione dopo la sconfitta di sabato scorso contro il Perugia, sia Solerio che Migliorini hanno fatto una grande partita su un campo difficile a dimostrazione del fatto che il gruppo è forte e compatto e ha reagito”.

Un commento relativo alla scarsa concentrazione mostrata in campo contro il Perugia e sul fatto che alla luce di queste due sconfitte ci si è resi conto che in Serie B non ci si può adagiare: “È stata una giornata storta, ma una squadra che deve salvarsi non può permettersi di avere giornate così e sicuramente la concentrazione ti fa fare la differenza siccome il livello delle squadre è molto simile, al di là degli episodi che possono decidere una gara. L’obiettivo primario è la salvezza e dobbiamo raggiungerla il prima possibile”.

Riguardo alla questione arbitro il centrale di difesa glissa un po’: “Il calcio è fatto di episodi che in determinate occasioni ti possono aiutare, in altre ti possono danneggiare; in questa occasione non sono stati favorevoli, però dobbiamo compattarci il prima possibile, ora c’è il Novara e questo ci deve dare ulteriore forza”.

In conclusione, nei minuti di recupero il calciatore è stato uno dei più plateali nel protestare contro l’ennesimo episodio discutibile in area spezzina, addirittura invitando i compagni a lasciare il campo, la sua disamina: “Ho avuto una settimana pesante ed in quel gesto ho voluto un po’ sfogarmi forse sbagliando, ma dobbiamo cercare di assorbire questa sconfitta molto amara e ripartire subito perché ci servono i punti salvezza”.

Pubblicato da Laura Fortunato

Cavese trapiantata ad Avellino per amore di un super tifoso bianco verde. Laureata in Comunicazione con un Master in Business Administration. Accanita lavoratrice ora mamma di due lupacchiotti!

Spezia-Avellino 2-1, De Vito a RPN: “Pretendiamo rispetto”

Spezia-Avellino 2-1, Di Carlo: “Complimenti agli avversari”