Money Gate, Novellino: “Una liberazione, felice per il Presidente”

“E’ una liberazione, ma non avevamo dubbi. Sono felice a livello umano per il Presidente e per Enzo De Vito”. Così Walter Novellino sull’assoluzione nel processo Money-Gate, nella conferenza stampa di vigilia di Spezia-Avellino, in programma domani sera per la 20esima giornata di Serie B. Ecco la lunga conferenza stampa del mister di questa mattina al Partenio.

Sulle tante assenze di domani: “Non sono abituato a lamentarmi, certo gli infortuni ci hanno penalizzato in classifica, non meritiamo 22 punti. Ho fatto una letterina a Babbo Natale, e ho chiesto ai giocatori di fare meno giocatori possibili”. Poi torna serio: “Abbiamo perso Falasco per influenza, ma abbiamo recuperato Migliorini e Rizzato rientra in gruppo, anche se non ho avuto l’ok definitivo. Per l’inizio dell’anno dovrebbe rientrare Gavazzi”.

Sullo Spezia: “E’ una squadra con giocatori di qualità, ma come dico sempre, se non commettiamo errori, è difficile farci gol. Incontriamo una squadra che sta bene, ma stiamo bene anche noi. Poi sull’assenza di Asencio: “Mi dispiace perché doveva avere un po’ di continuità, ma Ardemagni e Castaldo stanno bene. Domani possiamo anche tornare alla difesa a tre”

Su Ardemagni:E’ un giocatore importante, domani può partire subito. La cosa importante è che sto rivedendo il Matteo che conosco. Tra l’altro ho visto anche un grandissimo Castaldo, è un calciatore che anche fisicamente sta bene”

L’Avellino tornerà alla vittoria?: “Cercheremo di accontentare i tifosi tornando alla vittoria, anche perché ce la meritiamo. Cercheremo di vincere, anche se quando non si può vincere è meglio pareggiare che perdere, come dice Marzullo. Si può pensare ancora ai play-off? “Io sono una persona positiva. Quando dico che la montagna di deve scalare, significa che ci sono tanti imprevisti. Domani è una gara molto importante e ci tengo tantissimo”.

Si parla poi di alcuni singoli. Su Moretti: “Si sta allenando bene, è chiaro che quando si sta fuori si sta male. Ma per noi è un giocatore importante, lo aspetto”. Sull’assenza di Laverone:Ha grandissima spinta, gran carattere, ma sono convinto che Pecorini possa darci una grande mano”. Su Gliha, che ancora non si è mai visto in campo: “Deve crescere, anche sotto l’aspetto del linguaggio”.

Sui tifosi: “Il loro aiuto è fondamentale, è chiaro che c’erano delle situazioni che capisco. Io credo che nonostante fossero arrabbiati con noi, erano sempre presenti”. L’Avellino si sta ritrovando? “Penso di si, abbiamo sempre giocato, ma abbiamo sofferto molto la partita contro la Salernitana. E’ fondamentale credere nei propri mezzi, io credo che ci manca solo la vittoria”.

Pubblicato da Pietro Freda

Nato negli anni mitici della Serie A..sono da sempre grande tifoso dei lupi, che seguo dal 1995, anno del mio esordio al Partenio in un Avellino-Verona 0-1. Concilio questa passione con la scrittura sul web.

Serie B, Bari-Parma big match della 20esima giornata

Spezia-Avellino, i convocati di Novellino: out anche Falasco