Spezia, squadra in forma con un “vecchio” bomber

Sarà lo Spezia il prossimo avversario dell’Avellino, nel confronto di giovedì sera alla stadio “Picco”, valevole per la penultima giornata del girone di andata. E’ una squadra quella allenata da Fabio Gallo, che ha vinto le ultime due partite (contro Foggia e Pro Vercelli) e tre delle ultime quattro; inoltre lo Spezia ha perso una sola volta nelle ultime nove, contro la Cremonese due settimana fa.

Impegno quindi certamente non facile per l’Avellino, considerato anche che lo Spezia in casa ha vinto sei volte su nove, con due pareggi e una sola sconfitta (la prima partita contro il Carpi). La squadra di Gallo può contare su un “vecchio” bomber come Alberto Gilardino che ha calcato a lungo i campi della Serie A. Approdato in Liguria all’inizio da svincolato, Gilardino ha finora giocato 8 partite segnando due reti.

Il capocannoniere della squadra è però un altro attaccante esperto, Pablo Granoche, autore di 4 gol in 18 partite. Tre le reti per Guido Marilungo e altrettante quelle di Francesco Forte, gli altri attaccanti della squadra. Dietro la coppia d’attacco, che in genere è quella composta da Gilardino e Granoche, agisce Mastinu (due reti per lui), per un reparto che è sicuramente ben attrezzato per la categoria.

Anche il resto della squadra è abbastanza esperta per la categoria. Davanti al portiere Di Gennaro, il quartetto composto da De Col e Lopez sugli esterni e Giani-Terzi in mezzo. A centrocampo, il tridente è quello composto da Bolzoni e i due più giovani Maggiore e Pessina. Maggiore è però squalificato e al suo posto potrebbe giocare Vignali o il più esperto Giorgi.

Taccone: “Money Gate una sceneggiata, auguri ai tifosi dell’Avellino”

Curva Sud, iniziativa di beneficenza per i bambini in ospedale