Taccone: “Dispiace per Novellino. Foscarini persona seria”

Questo è il commento del patron dei biancoverdi in questa giornata molto difficile

Walter Taccone ha voluto commentare queste ultime giornate molto caotiche in casa Avellino, sconfitta ieri pomeriggio contro il Bari per 2-1 che è costata la panchina a Walter Novellino. Al suo posto, questa mattina, è stato chiamato Claudio Foscarini, ex allenatore del Cittadella. Ora tocca a lui poter salvare la squadra, fortemente impegnata nella lotta per non retrocedere.

Sull’esonero di Novellino, il patron dei biancoverdi ha dichiarato: “L’esonero di Novellino è stata una decisione molto sofferta ma molto necessaria e non lo dico come frase fatta. Sono molto dispiaciuto. Il rapporto con Novellino era molto consolidato. Ringrazio lui per averci salvato l’anno scorso. Quest’anno sono successe un sacco di cose ed è finita male“.

Sulla trattativa con Foscarini ha commentato: “Questa svolta si dovrà tradurre sul campo con Foscarini. Abbiamo fatto un contratto fino a giugno e ne momento in cui le cose dovessero andare bene ci potrà essere un prolungamento. Si è comportato molto bene ed ha accettato subito. Iniziamo questo rapporto con il piede giusto“.

Sulla sconfitta interna contro il Bari di ieri ha dichiarato: “I calciatori non hanno mai avuto alibi. Si dovranno impegnare solo per il loro lavoro, per il loro futuro e per la maglia che va onorata. E’ questo quello che chiedono anche ai tifosi. Non voglio fare polemiche ma ho assistito ad un brutto arbitraggio. Nel calcio ci sta e ce lo prendiamo. Il campionato è ancora lungo e le cose possono cambiare.

Nelle ultime partite è successo un po’ di tutto. De Risio quando lo metti in campo dimostra ciò che può fare. Vajushi lo abbiamo visto ieri con il gol contro il Bari, ma con Novellino ha giocato pochissimo, ma sa stare in campo e spero che darà un aiuto alla squadra fondamentale. Abbiamo preso il difensore centrale Morero che lui voleva. Le campagne acquisti sono difficili da fare, soprattutto in quello di gennaio. Ci meritiamo un voto sulla sufficienza per quello fatto in estate e quello fatto nella sessione invernale. Chi non fa non sbaglia mai. Amo le parole ma io voglio fare i fatti“.

Infine ha voluto parlare anche della trattativa che sta procedendo con il Gruppo Gravina per quanto riguarda il pacchetto di maggioranza del club: “I rapporti con il gruppo Gravina sono ottimi. Vediamo nei prossimi giorni di darci una dead-line ed intraprendere un percorso positivo. Possiamo anche avere un riscontro positivo per questa società. La squadra è stata fatta dai due direttori e dall’allenatore. L’unico che volevo era Ngawa e nessuno lo voleva. Io non ho nulla da recriminare. Abbiamo messo in condizione per far lavorare tutti. Novellino l’abbiamo trattato come un fratello“.

Foscarini, curriculum: tante salvezze con il Cittadella e una con la Pro Vercelli

Biglietti Avellino-Perugia, prezzi ridotti. Orari prevendita