Scandone Avellino, Sacripanti aggredito in un bar

Aggredito anche un cestista della Scandone, in un altro momento

Nelle scorse ore, si sono verificati almeno due gravi atti, due vergognosi avvenimenti che stanno facendo vergognare tutti quei (per fortuna sono la maggioranza) irpini per bene. Ci riferiamo naturalmente all’aggressione ai danni di coach Pino Sacripanti e ad un’altro tesserato della Sidigas Scandone Avellino (probabilmente Wells o Fitipaldo).

Il nostro coach era intento al bar, intento a sorseggiare un caffè, quando qualche “tifoso” si è avvicinato e lo ha pesantemente aggredito (ci auguriamo, che almeno sia stata solo un aggressione verbale), un vile atto che ripetiamo starà facendo vergognare tutti gli irpini perbene.

Un episodio, questo, che nulla ha a che fare con lo sport e con le critiche legittime alla squadra dal punto di vista tecnico. Da parte nostra, dunque, condanniamo assolutamente, questa che sono vere e proprie offese personali, se non aggressioni fisiche, ai danni di Sacripanti e cestisti, perché nessuno di loro merita la cattiveria e la frustrazione che certi imbecilli fanno uscire fuori.

Soltanto essendo tutti uniti si può sperare di festeggiare qualche grande traguardo, perché come detto giustamente da Alberani“Questa squadra per vincere deve essere serena e tranquilla”, cosa che talvolta non avviene a causa di qualche imbecille, che fa vivere alla squadra una situazione d’ansia e di paura.

La nostra speranza è che già stasera il pubblico per bene stia vicino alla squadra ed al coach (come d’altronde ha sempre fatto), in modo da mettere a tacere le poche voci degli stolti che purtroppo circolano anche nella nostra città.

Avellino, l’avversario: Salernitana con tanti pareggi in casa

Recupero Avellino-Bari, si gioca il 2 Aprile