Novellino, un anno di Avellino. Salvezza sofferta, tra processi sportivi e polemiche

28 Novembre 2016. Walter Novellino arriva sulla panchina dell’Avellino, che ha appena esonerato Domenico Toscano dopo la sconfitta di Cesena per 3-0. Una squadra abbastanza in sofferenza, senza idee di gioco, anche se la posizione in classifica è deficitaria ma on drammatica: 16 punti dopo 16 giornate, che valgono il 17° posto in classifica in compagnia di Cesena e Ternana.

La prima è contro l’Ascoli, il 3 dicembre al Partenio. La squadra gioca benino, ma arriva una sconfitta inaspettata per 1-2. Poi un gran derby contro il Benevento, ma finisce 1-1, sempre al Partenio. Quindi la sconfitta a Bari per 2-1, e la vittoria della svolta nel derby di Natale contro la Salernitana per 3-2. A gennaio arrivano dal mercato Laverone, Moretti ed Eusepi, si sblocca Ardemagni e così inizia una serie di nove risultati utili consecutivi, tanto che a fine febbraio c’è addirittura qualche velleità di play-off.

A inizio marzo arriva la mazzata, con il deferimento della società per il calcioscommesse e la pesante richiesta di una penalizzazione di nove punti. La squadra ne risente, sconfitta pesantissima contro il Perugia per 0-5 in casa e una serie di risultati negativi che fanno ripiombare la squadra nelle zone basse. L’avvocato Chiacchio riesce a dilatare i tempi del processo, la squadra si riprende e dopo la vittoria di Pisa per 1-0 sembra salva.

Ma sarà ancora sofferenza: nuova serie di risultati negativi, culminate nelle sconfitte nei derby a Benevento e Salerno, e nel frattempo arriva anche la penalizzazione di tre punti. Novellino però non molla, e promette ai tifosi, in un colloquio alla Porta Carraia del Partenio, di salvare la squadra, che raggiunge l’obiettivo solo all’ultima giornata, in una sofferta vittoria contro il Latina, il 18 maggio al Partenio.

A giugno arriva il rinnovo per l’allenatore di Montemarano, e così la stagione 2017-18 inizia sotto ben altri auspici. Il 30 settembre, quando l’Avellino gioca la sua migliore partita battendo in rimonta per 3-2 l’Empoli, i play-off sembrano assolutamente raggiungibili. Ad ottobre iniziano i guai: prima la notizia del coinvolgimento dell’Avellino nell’inchiesta Money Gate, poi lo sciagurato derby perso in casa che è lo spartiacque della stagione.

Da quel momento, qualcosa si rompe nell’ambiente: polemiche continue, caos societario e anche Novellino sembra risentirne, finendo nel mirino dei tifosi e della critica per alcune scelte di formazione. Riuscirà il tecnico di Montemarano a portare l’Avellino fuori dalla bufera anche quest’anno?

Pubblicato da Pietro Freda

Nato negli anni mitici della Serie A..sono da sempre grande tifoso dei lupi, che seguo dal 1995, anno del mio esordio al Partenio in un Avellino-Verona 0-1. Concilio questa passione con la scrittura sul web.

Cosa ne pensi?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Avellino Deferito per presunta combine a Catanzaro: i dettagli

Scandone, Rich in campo con Venezia nonostante il lutto